SCUOLA DELL’INFANZIA

Nella scuola dell’Infanzia si accolgono bambini dai 3 ai 6 anni di età. L’articolazione delle sezioni è organizzata in modo da favorire percorsi mirati alle diverse esigenze degli alunni, lavori a sezioni aperte con momenti comuni per le attività libere. Nella scuola dell’Infanzia operano sei insegnanti, un insegnante di lingua inglese e una di laboratorio teatrale.

 

OBIETTIVI EDUCATIVI
  • Promuovere il primo approccio con la cultura mediante l’acquisizione di tutti i tipi fondamentali di linguaggio (campi di esperienza – discipline) al fine di suscitare l’interesse intellettivo, affettivo e fisico dell’alunno, alla scoperta e alla conoscenza della realtà.
  • Offrire un clima sociale positivo inserendo il fanciullo nel mondo delle relazioni interpersonali, educandolo al dialogo, al rispetto e all’accettazione di sé e degli altri e al gusto delle cose.
  • Sostenere i bambini nella progressiva conquista della loro autonomia, nella graduale maturazione del senso di responsabilità che li rende capaci di assumere impegni proporzionati all’età ed alle potenzialità di ciascuno.

Si ritiene inoltre di indicare come irrinunciabili le seguenti mete:

–       Il rispetto delle persone richiede che le eventuali divergenze siano confrontate direttamente, con onestà e disponibilità. Particolare attenzione viene rivolta all’analisi della relazione sia tra bambino e insegnanti, sia tra bambino e gruppo sezione, in modo da prevenire persistenti stati di disagio.

–       Nell’ambito di un corretto approccio alla vita basato sul senso di responsabilità, di impegno e di partecipazione a partire dalle piccole cose, viene data notevole importanza al rispetto dell’ambiente e alla cura degli oggetti, sia di uso comune che personali. Le regole vengono evidenziate come risorsa per facilitare la vita del gruppo e come mezzo per avvicinare il bambino al valore universale della legge.

–       Si auspicano colloqui periodici con gli insegnanti per conoscere la situazione dei fanciulli sotto tutti i profili: culturale, morale, affettivo. E’ importante che la collaborazione dei genitori con gli operatori nell’azione educativa sia improntata su stima e fiducia reciproche. Una univocità del messaggio assume infatti un alto significato educativo e formativo nei confronti degli alunni. Il lavoro degli insegnanti è inoltre finalizzato, nell’ottica della continuità del percorso educativo fra centro gioco educativo, scuola dell’Infanzia e Primaria, alla preparazione dei fanciulli e al raccordo interno tra i tre ordini educativi  in vista di un inserimento ottimale.

 

ORARIO

Dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 16.30.
L’articolazione della giornata è così scandita:

7:30 – 9:00: accoglienza
9:00: piccola merenda
9:30: gioco e attività
12:00 – 12:30: arrivano mamma e papà (I° uscita)
12:30: pranzo
13:30 – 14:00: arrivano mamma e papà (II° uscita)

oppure

13:30: ci prepariamo per il sonno
14:00: attività di intersezione
16:00 – 16:30: arrivano mamma e papà (III° uscita)

Il servizio mensa, è facoltativo.

 

ATTIVITA’ EXTRASCOLASTICHE

Laboratorio teatrale
Corso teorico-pratico di attività teatrale con elaborazione di un testo e rappresentazione scenica.

Attività di gioco/sport
In orario extrascolastico si svolgono varie attività ludico-ricreative, quali ad esempio danza-jazz, pallanuoto e basket in collaborazione con associazioni sportive specializzate ed enti convenzionati con la scuola.

Centri estivi
Organizzati dalle insegnanti della scuola stessa, prevedono attività di vario genere e ricreative.

Post- scuola
Possibilità di sorveglianza garantita oltre all’orario scolastico fino alle 17.30.

Open day
Un’occasione per coloro che vogliono conoscere la scuola e le insegnanti con momenti di animazione per bambini.